Il Domani: Ultime notizie in tempo reale

«Bolsonaro non ha attuato nessuna politica ambientale. Ma possiamo ancora salvare l’Amazzonia»

Marina Silva è la più famosa voce dell’ambientalismo in Brasile e figura nota a livello internazionale. Già ministra dell’Ambiente nel primo governo di Luiz Inácio Lula da Silva, a cui si è riavvicinata in vista delle presidenziali del 2 ottobre per una «agenda ambientale trasversale». Il testo fa parte del nuovo numero di Scenari: "Tormento ed estasi dell'America latina", in edicola e in digitale dal 30 settembre

L’incontro con Berlusconi a Milano

Giorgia Meloni alla prima uscita è già nella morsa degli alleati

Il vertice con Silvio Berlusconi è terminato tra la diffidenza reciproca, nonostante le dichiarazioni incentrata sull’unità di intenti, e la leader di Fratelli d’Italia cerca l’asse con Tajani. La Lega prepara la battaglia per l’autonomia differenziata da attuare subito

Strategie turche

Anche Erdogan ha il suo esercito privato sul modello Wagner

La Sadat è una compagnia privata fondata dall’ex generale Adnan Tanriverdi, sostenitore del panturchismo e del panislamismo. Il gruppo è attivo sia all’estero che in patria per tutelare gli interessi del presidente e dell’islam

COSA PENSANO GLI ITALIANI

Le spinte autoritarie sono minoranza nel paese

Il tasso di autoritarismo presente nel nostro paese coinvolge il 44 per cento dell’opinione pubblica, mentre il 56 per cento è su posizione di contrapposizione a qualunque forma di pulsione o ripiegamento autoritario. 

riforme istituzionali

Patria, sicurezza e accentramento: così Meloni vorrebbe riscrivere la Costituzione

Nella passata legislatura, Fratelli d’Italia ha depositato molte proposte di riforma costituzionale, con l’obiettivo complessivo di modificare circa un quinto della Carta. La maggior parte proposte sono state incardinate a Montecitorio e a prima firma proprio di Meloni. 

l’evento “conservatore” a roma

Mentre Meloni condanna l’annessione, i suoi sono sul palco dei filoputiniani

Mentre Meloni a colpi di note ufficiali si cuce addosso l’abito di premier presentabile, intanto i suoi ideologi della sua «svolta conservatrice» chiamano a raccolta in un hotel romano i sodali ungheresi filoputiniani e le destre estreme europee

superconsigliere di stato

Il piano di Cassese per offrire garanzie istituzionali a Meloni

Il costituzionalista benedice a priori i progetti meloniani e minimizza i rischi di riforme che castigava quando le proponevano altri. Il problema è che non si affidavano ai suoi fedelissimi per amministrare la burocrazia

Altro che ministero dell’Interno

La spinta dei leghisti del sud: la priorità è l’agricoltura

A pezzi del partito non interessa conquistare di nuovo il Viminale. Il segretario Matteo Salvini ha parlato alla Coldiretti: «Fra le priorità della Lega c’è la tutela dell’agricoltura»

IL REBUS DELLE NOMINE e i nodi Tesoro e Salvini

Le trattative segrete sui nomi del governo di Giorgia Meloni

L’articolo della Civiltà cattolica sulla marcia su roma

Da Oltretevere arriva un monito al futuro governo sulla difesa della democrazia e dei migranti

La rivista dei gesuiti dedica un articolo all’anniversario della marcia su Roma: «la storia insegna che bisogna evitare pericolose svolte autoritarie».

Scontro in Lombardia

Il caso Moratti è colpa di Salvini ed è una bomba per il governo

Il presidente Attilio Fontana nega l’accordo di avvicendamento per le elezioni 2023, ma la sua vice conferma che sia avvenuto. Ora tocca a Giorgia Meloni risolvere il problema, insieme al governo.

LE TRATTATIVE EUROPEE

Il tetto al prezzo del gas si negozia a otto, intanto c’è la tassa Ue sugli extraprofitti

I paesi europei che stanno soffrendo di più la crisi energetica si riuniranno per trovare una soluzione: sei sono a favore della proposta italiana, ma Germania e Olanda frenano. L’accordo dovrebbe prevedere una forchetta di prezzo. Passa la riduzione dei consumi

grandi ritorni

La ricetta Lula per riprendersi il Brasile è un inno a sé stesso

Lula resta di una popolarità inaffondabile, alla base della quale c’è un’intelligenza politica fuori dal comune, e un marketing tutto suo, fusione tra i fatti della sua traiettoria umana e le tecniche di comunicazione più raffinate.

Non è più il pane di una volta

Da Brisa a Öfferl. La strada nuova dei forni di città

Il pane è un prodotto agricolo e come tale può portare un messaggio. Così il forno urbano diventa avamposto privilegiato per portare la campagna in città. Numerose sono le giovani attività di panificazione che oggi si impegnano a rivestire questo ruolo, da Forno Brisa a Bologna al gruppo londinese E5, alla bakery Öfferl a Vienna

Cibo – DAL 24 SETTEMBRE IN EDICOLA E IN DIGITALE

Un vino non si giudica con il libretto delle istruzioni

Ci sono regole per giudicare i vini che sono semplicemente vecchie e barocche. Forse è tempo di cambiarle

Dal 30 settembre in edicola e in digitale

Tormento ed estasi dell’America latina: il nuovo numero di Scenari

Da venerdì 30 settembre in edicola e in digitale un nuovo numero di SCENARI, venti pagine di approfondimenti firmati da Carlo Catapano, Rocco Cotroneo, Giuseppe Blasetti, Margherita Butti e tanti altri ricercatori e analisti, oltre alle mappe a cura di Fase2studio Appears. Per poter leggere in digitale tutti i contenuti è possibile abbonarsi qui

FINZIONI – SATIRA

Lo Zecchino d’Orgia

Questo racconto satirico è tratto dall’ultimo numero di FINZIONI, il mensile culturale di Domani che puoi leggere abbonandoti a questo link.

la newsletter paneuropea #1

European Focus 1. Siamo sulla stessa barca

L'iniziativa di Domani, Libération, Tagesspiegel, El Confidencial, Hvg, Gazeta Wyborcza, Delfi, Balkan Insight e n-ost vuole vitalizzare il dibattito pubblico e la democrazia europea. Proprio a questo tema è dedicata la prima edizione della nostra newsletter paneuropea, che esce ogni mercoledì ed è gratuita. Iscriviti qui 

i democratici scavano le trincee

Letta usa agorà e gazebo per tenere, in vita quello che rimane del Pd

Il segretario lancia il congresso. Confronto allargato per evitare la rottura fra chi guarda al M5s e chi a Calenda, o la fuga di chi non vuole essere rappresentato da un leader ex renziano o da un laburista

Economia

Meta piange miseria per sfuggire all’antitrust

Concorrenza di TikTok, ricavi in calo, battaglia con Apple e la scommessa del metaverso: la società di Mark Zuckerberg non si considera più un colosso. E soprattutto non vuole essere considerata tale dagli enti regolatori.

La cerimonia al Cremlino dopo il referendum

Putin annette le regioni ucraine e Zelensky accelera sulla Nato

«Diventeranno nostri cittadini per sempre», ha detto Putin prima di essere stato interrotto dagli applausi. Il discorso del presidente russo ha anche assunto toni imperialistici con riferimenti all’Unione sovietica e attacchi all’Occidente

La nuova serie

Quella trattativa Stato-mafia “a fin di bene” per salvare l’Italia

In questa lunga serie del Blog Mafie pubblichiamo ampi stralci delle motivazioni della sentenza di secondo grado (presidente Angelo Pellino, giudice a latere Vittorio Anania), quasi tremila pagine che demoliscono alcuni passaggi chiave della sentenza della Corte d'Assise ma confermano che quella trattativa ci fu.

La serie sulla trattativa stato-mafia

Quando una “trattativa” con il crimine organizzato può diventare lecita

Col termine “trattativa” si è inteso fare riferimento a quei contatti che, secondo l’accusa, già a decorrere dall’omicidio dell’onorevole Lima, si sono avuti tra esponenti delle Istituzioni ed esponenti della associazione mafiosa denominata “Cosa nostra”.

in uscita il 26 ottobre

In Boris 4 René Ferretti gira la fiction La vita di Gesù

In vista dell’uscita della quarta stagione della fortunata serie degli anni 2000, Disney+, la piattaforma che distribuirà le nuove puntate, ha diffuso un trailer in cui c’è un indizio sui nuovi impegni del cast di Gli occhi del cuore

La nuova stagione

Quanto durerà? Giorgia Meloni sale sull’ottovolante dei leader vincenti ed effimeri

Grillo, Renzi, Di Maio, Salvini. Dal 2012 a oggi l’elettorato ha consegnato grandi percentuali di voto a partiti e figure che hanno perso tutto in poco tempo. Ora tocca a Meloni, con il partito nato dieci anni fa, tra la rottamazione e il Vaffa.

Viaggio nei luoghi del disastro del Capitano

Processo alla Lega di Salvini, lo spettro di nuovo partito autonomista del nord e la base in rivolta

Il partito sovranista ha fallito al nord. Dove prendeva il 40 ha ottenuto il 16. È iniziata la resa dei conti. Il progetto di un movimento nordista e autonomista all’orizzonte. I militanti raccolgono le firme per il congresso della Lega Lombarda. I malumori del governatore Fontana confidato ad alcuni fedelissimi. La presa di distanza di Zaia, che ammette il disastro

per ogni euro versato, noi ne aggiungiamo un altro

Ripartono le inchieste sostenute dai lettori di Domani: contribuisci anche tu

“Carcere, inferno quotidiano”, di Isabella De Silvestro e Luigi Mastrodonato; “Geografia dello sfruttamento dei lavoratori”, di Cecilia Ferrara e Rachele Gonnelli; “La violenza nella chiesa italiana”, di Federica Tourn. Queste le tre inchieste selezionate.

SOSTIENI LA LORO REALIZZAZIONE! Per ogni euro versato, noi ne aggiungiamo un altro fino al raggiungimento dell’obiettivo.

Dati

La fiducia degli italiani nel governo nazionale

chiunque sarà a capo del prossimo esecutivo avrà fra i numerosi compiti anche quello di ottenere la fiducia degli italiani. Nel senso letterale del termine.