Emmanuel Macron ha detto che la spesa militare della Francia aumenterà di più di un terzo entro il 2030. L’annuncio è arrivato durante la visita del presidente alla base aerea di Mont-de-Marsan e riguarda il periodo 2024-2030, durante il quale, secondo il presidente, la Francia è tenuta a prepararsi ai «grandi pericoli del secolo» e a potenziali conflitti «ad alta intensità». 

Il piano

Macron teme «l’accumularsi delle minacce» generate dalla guerra in Ucraina iniziata undici mesi fa. In particolare, il presidente francese vuole riarmare il proprio esercito in vista di un tipo di conflitti che sembrava dimenticato, appunto le guerre tradizionali ad alta intensità. 

Il budget per la difesa di Parigi arriverà, secondo quanto dichiarato, a circa €413 miliardi, il doppio della cifra registrata nel 2017, anno dell’insediamento di Macron. Gli investimenti tenderanno verso le nuove tecnologie in campo militare, soprattutto droni e altri sistemi di raccolta dati e informazioni. Il comparto dell’intelligence è, dunque, la priorità francese in vista del prossimo decennio. 

© Riproduzione riservata