Italia

Italia

Il rito delle consultazioni che mette il potere nelle mani del Quirinale

Francesco Cossiga inaugurava ogni incontro con le delegazioni dei partiti offrendo agli ospiti un cioccolatino. Il suo successore, Oscar Luigi Scalfaro, era invece solito posizionare sul tavolo un vecchio magnetofono, con cui registrava le conversazioni. Il Quirinale «è una fisarmonica»: il suo ruolo si allarga o si restringe a seconda del periodo storico, della forza dei partiti e del carattere del presidente. Lo strumento d’intervento prediletto di Mattarella è la moral suasion: colloqui riservati coi singoli leader di partito e con i ministri e il presidente del Consiglio. Lo stile ricorda quello del repubblicano Luigi Einaudi

Italia

Appello ai renziani per evitare che il Conte 3 nasca troppo debole

Rientra nel Pd il primo renziano alla camera, ma a fin qui solo tre senatori di Iv favorevoli a dare la fiducia a Conte. La caccia ai «responsabili» ancora non produce granché. No dall’Udc, Mastella in azione ma litiga con Calenda

• Tajani e la manovra sui 5stelle

• Dentro la testa di Matteo Renzi: tra azzardo, rabbia e complotti 

Nencini: il leader senza partito e senza elettori ma mai senza potere

Italia

Renzi incita i suoi, Tajani è certo: «5 grillini pronti a passare con noi»

In attesa del voto di fiducia sul governo Conte, i partiti affilano le armi tra chi come il leader di Italia viva, Matteo Renzi, prova a serrare i ranghi per evitare nuove defezioni dopo quella del deputato Vito De Filippo e chi come il centrodestra si dice «compatto» e pronto a governare il paese.  Il leader di Italia viva, Matteo Renzi ha riunito i parlamentari del partito

Crisi di governo, prima defezione per Italia viva: De Filippo torna col Pd

• Dentro la testa di Matteo Renzi: tra azzardo, rabbia e complotti 

 Quando Renzi voleva il ministero dell’Economia per non aprire la crisi