Giustizia

campagna elettorale per il csm

  Guizzi: «Mi candido da indipendente e non fondo nuove correnti»

Stefano Guizzi è toga di Cassazione e nome noto di Magistratura indipendente ma si candida da indipendente fuori dal suo gruppo associativo e spiega perché: «lo statuto del mio gruppo associativo è divenuto, nel contesto della riforma Cartabia, del tutto obsoleto, rimettendo, di fatto, la designazione dei candidati alla volontà dei segretari distrettuali».

elezioni dei magistrati

La nuova legge elettorale per il Csm ridisegna gli equilibri tra le toghe

La legge elettorale appena approvata porta da 16 a 20 i magistrati eletti per il quadriennio 2022-2026 e il sistema è misto: prevalentemente maggioritario (14 eletti) ma con correttivo proporzionale (6 eletti), con l’obiettivo di limitare il peso dei gruppi associativi.

In contraddittorio

La carica degli 87 candidati al Csm (per 20 posti)

Questo è un nuovo numero di In contraddittorio, la newsletter di Domani sulla giustizia. Ogni settimana, tutte le notizie giuridiche degli ultimi giorni, il dibattito tra magistrati e avvocati, le novità legislative e l’analisi delle riforme. Per iscriverti gratuitamente alla newsletter in arrivo ogni venerdì pomeriggio clicca qui, e segui tutti i contenuti di In contraddittorio.