Peggiorano tutti i principali indicatori dell’epidemia e la Sardegna, unica zona bianca in Italia, passerà da lunedì in zona arancione. Il Molise andrà invece in arancione dalla zona rossa, dove si trovava da due settimane. Questi sono i principali elementi del bollettino settimanale dell’Istituto superiore di sanità, dal quale la cabina di regia ha tratto le indicazioni sulle varie fasce di coloro da attribuire alle regioni.

Tra i principali dati contenuti nel bollettino, l’indice Rt, che misura la velocità del contagio ed è stato calcolato sui casi individuati tra 24 febbraio e il 9 marzo, risulta stabile a 1,16, lo stesso livello della settimana precedente. Aumenta invece l’incidenza settimanale dei nuovi casi di Covid-19, che ha raggiunto i 264 casi ogni centomila abitanti. Undici regioni si trovano sopra questa soglia, oltre la quale scatta automaticamente la zona rossa.

In questa classifica, la regione messa peggio è il Friuli Venezia Giulia, che nel corso dell’ultima settimana ha avuto 468 nuovi casi di Covid-19 ogni 100mila abitanti. Seguono l’Emilia Romagna, con 423 nuovi casi, e il Piemonte, con 352 nuovi casi.

La regione con l’incidenza migliore è la Sardegna, dove i nuovi casi registrati sono stati solo 43 ogni 100mila abitanti. La situazione della regione però è «in peggioramento» ha detto Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute, e la Sardegna passerà quindi in arancione (dalla settimana scorsa, le regioni con numeri da zona gialla passano direttamente in arancione).

Il Molise sarà invece spostato in zona arancione dalla zona rossa nella quale si trova da due settimane. La regione ha uno degli Rt più bassi del paese, sceso a 0,89. A parte queste due regioni non ci sarà nessun altro cambio di colore. I cambiamenti annunciati oggi avranno effetti da lunedì.

Le altre regioni e province in zona arancione attualmente sono: Basilicata, Bolzano, Toscana, Abruzzo, Calabria, Liguria, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta. In zona rossa si trovano invece, oltre al Molise, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Piemonte, Marche, Lombardia, Campania, Trento, Valle D'Aosta e Veneto. Tra queste, regioni come Lazio e Lombardia potrebbero tornare in zona arancione dalla prossima settimana, se i numeri del contagio dovessero migliorare.


 

© Riproduzione riservata