Paolo Virzì

Cultura

Cinema, Riccardo Tozzi: «I film dovranno raggiungere gli spettatori dove lo vorranno»

La rivoluzione non viaggia sugli algoritmi, ma sui grafici e sui bilanci aziendali. È una rivoluzione per noi consumatori, che ci scopriamo già quasi assuefatti a lillipuzianizzare la maestà del cinema sugli schermi e tra le mura di casa, in un trauma epocale digerito in silenzio.