RAI

Fatti

Il segretario di direzione del Tg2 viola il codice social della Rai con post su fascismo e Montesano

Il codice etico Rai prevede che sui «presidi digitali tanto privati che aziendali» i dipendenti non possano avere condotte lesive degli interessi o dell’immagine della Rai. Lui scrive che Speranza è una «merdaccia», Letta scrive «cazzate», Conte è «una melma». Se la prende con una «stronzetta isreaeliana», tra un post in cui apprezza Giorgia Meloni e uno in cui ricorda la marcia fascista su Roma

12345