Crisi di governo

Italia

M5S, i probiviri litigano sulle espulsioni. Andreola: «Votiamo su Roussau»

Il collegio dei probi viri del Movimento 5 stelle ha avviato le procedure disciplinari per espellere i dissidenti del Movimento 5 stelle, ma per Raffaella Andreola, che ne fa parte, Vito Crimi non era titolato a prendere la la decisione di buttare fuori dai gruppi i 36 parlamentari che non hanno votato la fiducia a Draghi. Di Battista dice la sua: «Anche io avrei votato no» e ha detto che è stato contattato dai ribelli: «Gli ho consigliato di fare ricorso»

• L’antiberlusconismo unisce: i ribelli M5s trattano con Italia dei valori

• Crimi vuole espellere i dissidenti M5s, Di Battista organizza l’opposizione

• Gli espulsi M5s si ribellano, Grillo ammette che «non sono più marziani»

12345678