nazismo

Giustizia

Crimini nazisti, il tribunale condanna la Germania e il governo interviene

C'è una sentenza che mette in imbarazzo l'Italia e che condanna la Germania, ma soprattutto sancisce un principio regolare nei conflitti bellici e nelle conseguenze che producono. Le vittime possono chiedere un risarcimento indipendentemente dagli accordi tra gli stati. 

Tutto inizia a Ferrara dove Diego Cavallina, difeso dall'avvocato Fabio Anselmo, chiede il risarcimento per i danni subiti dal padre Gualberto, combattente partigiano catturato e deportato in Germania nel 1944.

L'esecutivo Draghi ha inserito, nel decreto sulle misure urgenti di attuazione del Pnrr, un articolo che sospende il pignoramento e istituisce un fondo.