Il Domani: Ultime notizie in tempo reale

Domani

Corleone e i suoi vecchi e nuovi boss, da Michele Navarra a Luciano Liggio

Il più potente di tutti era Salvatore Cascone detto «Salomone» per la presunta saggezza delle sue decisioni. Commise un’imprudenza; pare facesse la corte alla moglie di un cafone, E Salomone si prese tre revolverate. Fu una morte banale. Gli succedette in potenza il dottor Michele Navarra, chirurgo, medico primario, direttore dell’ospedale. La sua parola era legge in mezza provincia

Italia

Ira di Salvini per il caso Vannacci. Incognita leghista sul voto in Sardegna

Il vicepremier sull’inchiesta sul generale: «Vogliono intimidirlo». Allude al ministro Crosetto. Zedda, ex sindaco di Cagliari, schierato con il centrosinistra e la candidata Alessandra Todde: «Casse piene in regione, la destra non sa neanche spendere»

le prospettive del conflitto

Stallo, offensiva o diplomazia. Scenari strategici della guerra in Ucraina

Putin è sempre più determinato nel suo atteggiamento autoritario e bellicista, come dimostra la morte di Aleksej Navalny. La sua distopica prospettiva va invece contrastata riaffermando l’identità storica dell’Ucraina e il suo percorso di libertà. La strada dei negoziati passa da ciò che Kiev potrà riconquistare e da quanto l’occidente sarà capace di contrastare Mosca

Mondo

Viaggio di Meloni a Kiev tra successi e qualche neo: «Sì a nuovi aiuti militari»

La visita della premier a Kiev è stata un successo diplomatico, con la firma di un accordo bilaterale con l’Ucraina e la presidenza della riunione dei capi di governo del G7. Ma c’è stato anche qualche neo: con l’assenza del presidente Macron e la stanchezza degli ucraini che si è fatta sentire anche durante le solenni cerimonie

Domani

A Marsala, l’impero dei Florio e i califfi del vino

Ignazio Florio trasformò l’affannosa produzione artigianale dei vini di Marsala in un grande fatto industriale, fece costruire uno stabilimento che ancora oggi corre per un chilometro lungo il mare, disegnò e fece realizzare macchine che già introducevano i primi principi dell’automazione, eresse una teleferica che, per la lunghezza di ottocento metri, trasportava incessantemente le casse colme di bottiglie ed i barili, dalle cantine del suo stabilimento fino alle stive delle navi...

Economia

L’eterna ossessione del debito. Torna lo spettro dell’austerità

Come era prevedibile, la politica monetaria inizia infine a mordere e la crescita rallenta. Questo degrada le finanze pubbliche e la reazione dei governi è quella di attuare misure di austerità. Questo dimostra scarsa conoscenza della teoria economica e scarsa memoria di fatti recenti come la crisi del debito sovrano dei primi anni Duemila dieci

il messaggio cifrato nell’intervista al corriere

Ferragni è tornata per dirci che la sua community può ancora spaccare la rete

«Su di me sono circolate molte fake news», ha detto Chiara Ferragni al Corriere della Sera, nella prima intervista dopo l’inchiesta

Mondo

Russia, restituito alla madre il corpo di Aleksej Navalny

«I funerali sono ancora in sospeso. Non sappiamo se le autorità interferiranno per portare a termine la cosa come vuole la famiglia e come merita Aleksej. Vi informeremo non appena ci saranno novità», ha detto la portavoce

Cultura

Le mie lunghe unghie da ricca: storia della mia dipendenza

Ho sempre avuto delle mani bellissime, e mettermi lo smalto per me era il mio rituale zen. Da quando ho avuto la malsana idea di spendere 40 euro per la manicure non riesco a smettere

Chiara Ferragni torna a parlare del caso Balocco: «Ho letto molte fake news»

Durante un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Chiara Ferragni ha affrontato il caso del pandoro Balocco per la quale è indagata dalla procura di Milano per truffa aggravata. «Nel cartiglio e nei miei post abbiamo sempre scritto e detto che “Chiara Ferragni e Balocco sostengono l’ospedale”, mai che una percentuale delle vendite sarebbe andata in beneficenza»

Fatti

Scontri a Pisa, Mattarella bastona il governo securitario: «Manganelli sui ragazzi un fallimento»

Meloni in trasferta a Kiev tace sulle parole del Quirinale. I suoi ministri difendono il Viminale e la polizia. Si compattano le opposizioni.  Il vicepresidente della Camera Mulè: «Corsi di manifestazione per i ragazzi perché quelli che sonno andati a manifestare a Pisa o a Firenze sono dei giovani che probabilmente erano alla loro prima manifestazione e magari spinti da “cattivi maestri” sono andati contro il cordone della polizia»

Fatti

Il generale Roberto Vannacci sotto inchiesta per peculato e truffa

Sul suo conto sarebbero state riscontrate «criticità, anomalie e danni erariali nelle autocertificazioni e nelle richieste di rimborso depositate» mentre Vannacci ricopriva l’incarico di addetto militare a Mosca dal 7 febbraio 2021 al 18 maggio 2022

Mondo

Meloni a Kiev a due anni dall’inizio della guerra. Agenda fitta tra: G7, accordi sulla sicurezza e cerimonie

Meloni è arrivata a Kiev a bordo di un treno su cui hanno viaggiato anche la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il primo ministro del Belgio e presidente di turno del Consiglio Ue, Alexander De Croo, e il premier canadese Justin Trudeau. Dopo aver partecipato a una cerimonia nell’aeroporto di Hostomel, Meloni firmerà gli accordi sicurezza Italia-Ucraina prima di presiedere il G7 nel pomeriggio

l’intervento dell’ex parlamentare

Il Kosovo isolato e soffocato dalla retorica populista

Il futuro internazionale della Repubblica del Kosovo è in un momento critico, con l’attuale prioritizzazione da parte del governo del populismo sulle alleanze internazionali

Alle manifestazioni pacifiste pro Palestina

Manganelli di stato: feriti a Firenze e Pisa. «Clima di repressione»

La polizia carica studenti e minorenni: 18 feriti. Sdegno del rettore. Conte e Schlein: inaccettabile. Il Viminale: protetti obiettivi sensibili

Italia

La corsa rossoverde verso le europee pone qualche domanda a Schlein

Avs presenta il primo nome in lista, è l’europarlamentare Smeriglio. Che avverte: Green Deal in pericolo, le prossime alleanze si faranno con la destra

regolamento di conti

Meloni rilancia l’asse con Tajani, Salvini è sempre più isolato

La premier invia un messaggio al congresso di Forza Italia e conferma la sua preferenza per il Ppe. La sfida nelle regioni, come Basilicata e Umbria, dove il centrodestra si contende i candidati

Cultura

Matteo Messina Denaro, i misteri di una cattura “troppo perfetta”

Due cronisti fuori dal coro raccontano i misteri che circondano fino al suo epilogo la vita del grande latitante. Un’indagine che non si accontenta delle comode versioni ufficiali e smonta con i fatti la retorica di Stato

Cultura

Nick Thorpe: «Il Danubio dimostra che i popoli possono superare i confini»

Lo scrittore e giornalista Nick Thorpe firma un libro-reportage sul Danubio. Ha risalito il fiume fino alla Germania, raccogliendo le testimonianze dei popoli che vivono sui suoi argini. E raggiungendo la consapevolezza che le frontiere sono solo una convenzione

Fatti

Forse l’intelligenza artificiale può soccorrere la democrazia in crisi

OpenAi ha lanciato un concorso per progetti di nuovi “sondaggi” gestiti dall’intelligenza artificiale che, conversando nel loro modo “quasi umano” con elettori a centinaia di migliaia, ne estraggano i fiumi carsici di interessi, valori e passioni che si mischiano al di sotto del contrapporsi sempre uguale degli uni contro gli altri

Italia

Compensi dall’estero, la sfida di Conte a Renzi è una grana per Meloni

Il testo del M5s interviene sul conflitto di interessi e vieta le consulenze all’estero dei parlamentari. Un problema anche per FdI che non può osteggiare la riforma per la trasparenza

lunedì il voto di budapest

La Svezia va alla corte di Orbán. Il pressing per l’adesione Nato

A inizio febbraio i parlamentari di Fidesz avevano boicottato il voto per l’ingresso di Stoccolma nell’alleanza. Solo le molteplici pressioni – anche da Washington – e una visita del premier svedese a Budapest – con accordo incluso – porteranno al voto di lunedì

la newsletter paneuropea #62

European Focus 62. Crepe nel sistema

L'iniziativa di Domani, Libération, Tagesspiegel, El Confidencial, Hvg, Gazeta Wyborcza, Delfi, Balkan Insight e n-ost vuole vitalizzare il dibattito pubblico e la democrazia europea. La 62esima puntata si interroga sulla tenuta di autocrati, regimi e leader controversi. La newsletter paneuropea esce ogni mercoledì ed è gratuita. Iscriviti

Mondo

Una nuova prospettiva politica per uscire dalla logica senza soluzione della guerra

Dopo due anni di conflitto, Putin nasconde la fase più critica da quando è al potere e la tramuta in una dimostrazione di forza, eliminando brutalmente oppositori e irridendo le sanzioni. Per difendere la propria indipendenza il popolo ucraino ha dimostrato essere pronto a sacrificare tutto. E l’occidente cos’è disposto a perdere per salvare i suoi valori?

Fatti

Pisa, la polizia carica gli studenti al corteo pro Palestina

Gli studenti stavano cercando di raggiungere Piazza dei Cavalieri, sbarrata dalle forze dell’ordine. Cariche anche in un altra manifestazione a Firenze

Mondo

Due anni di guerra in Ucraina, ecco quanto è costato il conflitto

Arrivato al suo secondo anniversario, il conflitto è costato all’Ucraina decine di migliaia di morti, un terzo del Pil e decine di miliardi di danni alle infrastrutture e all’ambiente. Ma anche se la popolazione è sempre più stanca e scettica, la determinazione a proseguire il conflitto resta forte

Mondo

Due anni di guerra in Ucraina, la ricerca di normalità oltre il trauma collettivo

L’associazione WeWorld racconta di una popolazione stanca e della speranza nel futuro di chi, come Nataliia Kavetska, decide di tornare in Ucraina e di costruirsi la propria quotidianità.

la strategia per il dopo

No ai due stati e nuove colonie: il piano del premier Netanyahu per Gaza

Il governo vuole il controllo sulla Striscia a tempo indeterminato per poi trasferire la gestione. L’estrema destra propone nuovi insediamenti, mentre la delegazione israeliana tratta a Parigi

Domani

Le grandi barche nel porto canale e il capitano Giovanni Tumbiolo

«Questa è una barca che potrebbe attraversare l’Oceano. E’ dura, solida, ha un motore che non si ferma mai: oramai la conoscono in tutto il Mediterraneo. L’hanno fabbricata nei nostri cantieri; qui fabbricano i migliori bastimenti italiani, migliori anche di quelli di Chioggia e Savona, nemmeno un uragano riesce a metterli sotto…»

Il video

Un anno dalla strage di Cutro: le domande senza risposta e le promesse tradite

Il 26 febbraio del 2023 un’imbarcazione con a bordo circa 180 persone si schianta al largo delle coste del comune calabrese: i morti sono 94, tra cui 35 minori. Uno dei naufragi più letali mai avvenuti sulle coste italiane su cui ancora non c’è giustizia. Il governo ha approvato il decreto Cutro e firmato accordi internazionali con l’intento di arginare i flussi migratori. Ma i morti in mare in questo inizio 2024 sono il doppio rispetto allo scorso anno

Fatti

Naufragio di Cutro, una fiaccolata per l’anniversario della strage in cui morirono 94 persone

«Ad un anno dalla terribile strage di Cutro, dove 94 persone hanno perso la vita, in maggioranza donne e bambini, il variegato mondo della Rete 26 febbraio, composta da più di 400 fra associazioni ed attivisti, si è dato appuntamento a Crotone e sulla spiaggia di Steccato di Cutro per una serie di eventi che avranno luogo dal 24 al 26 febbraio», scrivono le associazioni che fanno parte della Rete. L’intento non è solo quello di ricordare ma anche quello di chiedere giustizia per i morti in mare

Politica

Il thriller di Sigonella. L’autunno che mandò in crisi la relazione con gli Usa

Sigonella 85 è il podcast di Audible Original a cura di Nova Lectio, prodotto da Storielibere con Boats Sound, con cui viene raccontata la crisi più profonda vissuta del dopoguerra tra l’Italia e gli Stati Uniti. Uno scontro diplomatico che mise in discussione il patto Nato e gli equilibri politici. Un racconto che ricostruisce la tensione di quell’anno, quando il sequestro dell’Achille Lauro e l’atterraggio di un Boeing di linea egiziano nella base catanese misero a rischio le relazioni tra i paesi.

Domani

A Mazara del Vallo, la città dei pescatori di “alto mare”

 

«Chi sei tu figlio di p.?» disse al fotografo, appena quello gli scattò il primo flash. Gli fece una risatina di sprezzo e cominciò a parlare: «Io sono Tumbiolo Giovanni, di anni ottanta, cavaliere della Repubblica. Cavaliere fui fatto da Giovanni Gronchi e me lo meritavo...»

Domani

Sciacca e i suoi equilibri, come un sogno per benestanti e turisti

 

Sciacca è un testimone lieto, ma anch’essa è sola in questo fondo dell’Isola. Quindici o venti chilometri alle sue spalle la terra è coltivata ancora con l’aratro di legno, decine di migliaia di uomini ignoranti, infelici, abbandonati, aspettano di possedere le cinquantamila lire necessarie per espatriare