Il Domani: Ultime notizie in tempo reale

Fatti

Juventus, si dimette il consiglio d’amministrazione. Lascia anche Agnelli. Maurizio Scanavino nuovo direttore generale

La decisione è stata presa in serata dopo una riunione straordinaria. Lasciano tutti, compreso  il vice Nedved e l’ad Arrivabene. La conferma in una nota: la motivazione è «la centralità e rilevanza delle questioni legali e tecnico-contabili pendenti». A gennaio la riunione dei soci. Intanto Maurizio Scanavino, già direttore generale di Gedi, è stato nominato d.g. anche della Juventus

Mondo

Il fallimento occidentale in Africa avvicina Algeria e Russia

Gli Usa e l’Ue vogliono allontanare Algeri dall’orbita russa, e gli accordi energetici vanno in questa direzione.  Ma il paese nordafricano ha bisogno della protezione di Mosca contro la minaccia jihadista nel Sahel, un’area da cui le truppe occidentali continuano a ritirarsi

cibo

Il nazismo che rimane a tavola in Germania

Anche il nutrimento dei cittadini del Reich avrebbe dovuto riflettere lo spirito “tedesco” del regime.


Da non perdere

cibo

Il lago d’Iseo ha un agricoltore errante

Matteo Mazzola, insieme alla compagna Paola e altre persone, porta avanti l’azienda agroecologica Iside, una comunità rurale impegnata a produrre cibo da mangiare e preparati per un’agricoltura rigenerativa. Tanti progetti in cantiere, tra questi una locanda sospesa su vasche per l’itticoltura

Economia

L’incentivo al lavoro intermittente  con la scusa di riformare il reddito  di cittadinanza

La relazione tecnica della legge di bilancio spiega che il governo stima un aumento di 20mila percettori di reddito di cittadinanza tra i lavoratori stagionali o intermittenti. Il motivo sta nel fatto che mentre il reddito di un contratto a tempo determinato viene calcolato per calcolare l’assegno, con le nuove norme del governo il reddito da lavoro intermittente o stagionale non sarà preso in considerazione fino a 3mila euro

Dati

Un cimitero chiamato mar Mediterraneo

Mentre l’Unione europea si ritrova per l’ennesima volta a discutere senza costrutto della distribuzione dei migranti, le persone che salpano in cerca di futuro continuano a morire durante la traversata. Sono 25.271 i dispersi o morti dal 2014. 

Giustizia

Il governo Meloni taglia su carceri, giustizia minorile e intercettazioni

La legge di Bilancio taglia su una serie di voci che riguardano la giustizia. Politicamente la più problematica riguarda le spese per la polizia penitenziaria, già sotto organico. Tuttavia si tratta di limature di bassissimo valore rispetto alla spesa complessiva dei settori. Di cui non si capisce come si ricavi l’ammontare, oltre che il senso politico

Dati

Lo stipendio cresce solo per gli uomini

Secondo l'Inps nel 2021 la distribuzione delle retribuzioni è non solo più alta per gli uomini in generale, ma cresce di più per gli uomini che per le donne nel corso della carriera.

FINZIONI – il mensile culturale

Carcere, quando ho visto i detenuti sul tetto di San Vittore

La mattina del 9 marzo 2020 ero sotto le mura davanti al Terzo Raggio-Tentacolo, in piazzale Aquileia, mentre alcuni detenuti salivano sul tetto urlando «libertà, libertà»

Cultura

Alla fine della fine della storia c’è un porno generato da un computer

Le crisi si succedono così velocemente che non riusciamo a rappresentarle, a vederle, se non attraverso gli occhi delle macchine o i meme che ci scambiamo su internet

la newsletter paneuropea #9

European Focus 9. «Dateci più figli!»

L'iniziativa di Domani, Libération, Tagesspiegel, El Confidencial, Hvg, Gazeta Wyborcza, Delfi, Balkan Insight e n-ost vuole vitalizzare il dibattito pubblico e la democrazia europea.  Alla politica che chiede più figli senza tener davvero conto delle donne è dedicata la nona edizione della nostra newsletter paneuropea, che esce ogni mercoledì ed è gratuita. Iscriviti qui

La serie sulla trattativa stato-mafia

Le parole profetiche di Falcone sulla spartizione dei grandi lavori

«Io credo che, almeno per quanto riguarda l’organizzazione mafiosa, ci sia ormai un condizionamento dei pubblici appalti, che potrei definire a ciclo continuo; esso esiste sia all‘origine, ossia nel momento della scelta delle imprese e sia nella fase di esecuzione degli appalti medesimi. Quindi abbiamo un condizionamento a monte e un condizionamento a valle».

La serie sulla trattativa stato-mafia

La riunione sul dossier “Mafia e Appalti” e i (presunti) contrasti fra i pm

A memoria del dott. Gozzo, fu subito evidente un certo dissenso da parte del dott. Borsellino (“Ho visto questo contrasto più che latente, visibile”), che formulò dei rilievi specifici e in particolare lamentò che non fossero stati acquisiti alcuni atti che erano stati trasmessi o dovevano essere trasmessi dalla Procura di Marsala, e che non si rinvenivano all’interno del fascicolo