Bosnia

Mondo

I fantasmi, l’ipocrisia e la propaganda offuscano la storia di Srebrenica

Timidamente, dopo ventisei anni, si riapre il capitolo di Srebrenica, della strage in Bosnia con 8mila uomini musulmani inermi spinti dai serbi fuori dalla città, verso campi minati, con le armi puntate alle spalle. È stato il  massacro più grande e spietato compiuto in Europa dopo la seconda guerra mondiale di soldati contro civili