Barack Obama

Mondo

Quando il capitalismo americano significava uguaglianza

Nel 1953 gli americani davano per scontata l’uguaglianza delle condizioni economiche. Vedevano i mercati come parificanti e i monopoli e la finanza concentrata come potenziali minacce all’egualitarismo del capitalismo americano. Entro il 2009 i nostri leader non erano più in grado di distinguere tra un mercato aperto sano e un potere finanziario concentrato e pensavano che il capitalismo americano significasse disuguaglianza radicale.