Le notizie di oggi, 24 novembre: almeno cinque persone migranti sono morte su un gommone nel tentativo di raggiungere il Regno Unito dal canale della Manica. Il ministero dell’Interno francese ha fatto sapere che la marina ha ritrovato «diversi corpi, incluse cinque persone morte e cinque senza sensi». 

Nonostante le condizioni climatiche avverse, le persone continuano a tentare di attraversare il canale dalla Francia. Solo qualche giorno fa, 1.185 persone hanno provato in un solo giorno. Più di 23.000 persone hanno tentato il viaggio per raggiungere il Regno Unito quest’anno, un numero in aumento rispetto alle 8.400 del 2020. Il premier britannico, Boris Johnson, presiederà una riunione del comitato d'emergenza Cobra a seguito del naufragio.

Un anno di Domani: scopri i nostri abbonamenti

Etiopia: tigrini verso la capitale, premier al fronte

Si aggrava la situazione della guerra in Etiopia. Il premier, Abiy Ahmed, è andato al fronte per assumere il comando, incaricando il vice Demeke Mekonnen dell’ordinaria amministrazione.

Lo ha fatto sapere un portavoce del governo di Addis Abeba, precisando che Ahmed è arrivato ieri al fronte, ma senza dire dove. Intanto i combattenti tigrini avanzano verso la capitale, Addis Abeba. Un inviato degli Stati Uniti ha detto ai giornalisti di temere che i nascenti progressi negli sforzi di mediazione con le parti in guerra possano essere superati dagli allarmanti sviluppi militari.

Nel paese è in corso una grave emergenza umanitaria: decine di migliaia di persone sono morte sinora nel conflitto, milioni sono sfollate, e la situazione ha spinto molti paesi, tra cui Italia, Francia, Germania, a chiedere ai loro cittadini di lasciare la nazione africana.  

AP Photo/Nariman El-Mofty

Proprio questa mattina, infatti, il ministero degli Esteri italiano ha fatto sapere – sul portale Viaggiare sicuri – che sconsiglia «fermamente» ai cittadini italiani di recarsi in Etiopia, e a quelli presenti nel paese «suggerisce di utilizzare i voli commerciali disponibili per lasciare lo Stato». L’allarme arriva in virtù dell’aggravarsi delle tensioni e delle violenze – soprattutto verso le persone di etnia tigrina – che si sta verificando da settimane nel paese, sconvolto da più di un anno da una guerra civile tra il governo centrale e i ribelli della regione del Tigray.

13 a processo per lo stadio della Roma

La giudice per le indagini preliminari di Roma, Annalisa Marzano, ha rinviato a giudizio 13 persone nell'ambito del filone sul finanziamento illecito legato all'inchiesta sul progetto dello stadio della Roma che doveva sorgere a Tor di Valle.

Tra le persone che andranno a processo ci sono anche il deputato della Lega Giulio Centemero, l'ex tesoriere del Pd – ora esponente di Italia Viva – Francesco Bonifazi, l'ex presidente dell'Assemblea capitolina Marcello De Vito, e il costruttore e imprenditore Luca Parnasi, accusato di aver finanziato la politica per anni con lo scopo di agevolazioni in appalti pubblici. La prima udienza è fissata per il 21 dicembre davanti all’ottava sezione.

In Germania c’è l’accordo semaforo

Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

In Germania è stato presentato l’accordo tra Spd, Verdi e liberali della Fdp per la formazione di un governo. Secondo quanto riportano i media tedeschi, la coalizione – che viene chiamata “semaforo” dai colori di riferimento dei tre partiti – ha proposto, tra le altre cose, l'innalzamento del salario minimo a 12 euro all'ora, la legalizzazione della vendita regolamentata della cannabis, l'abbassamento a 16 anni dell'età per votare e l'obiettivo di eliminare gradualmente l'uso del carbone entro il 2030. Gli stranieri potranno inoltre presentare richiesta di cittadinanza dopo cinque anni, e sarà consentito avere doppia cittadinanza.

La foto di Charlie Hebdo presa dagli kacker

AP Photo/Michel Euler, Pool

Più di un milione di file riservati relativi a casi particolarmente sensibili sono ora in vendita nel darkweb dopo che uno studio legale, coinvolto in diversi casi delicati come il massacro di Charlie Hebdo nel 2015 o l'omicidio di Samuel Paty, è stato oggetto di un attacco informatico. Una foto della scena del crimine del massacro di Charlie Hebdo sarebbe stata pubblicata su un forum di hacker prima di essere cancellata.

Sarebbero trapelati anche atti investigativi, verbali di udienze di testimoni e imputati, rapporti di autopsie. Dal primo luglio è in corso un'indagine sull'attacco hacker. I sospetti sarebbero ricaduti sul gruppo di hacker russi Everest, e dieci giorni fa c'è stato un arresto.

Milano, indagato promotore dei cortei No-pass

LaPresse Marco Alpozzi

È stato perquisito e indagato per associazione a delinquere aggravata dal mezzo telematico l’ideatore dei cortei No-pass a Milano. È un ragazzo di 19 anni milanese, che era già stato denunciato per aver preso parte a iniziative No-pass non preavvisate, e dallo scorso settembre era stato sottoposto dal Questore di Milano a daspo urbano.

Il giovane non ha quindi più partecipato alle manifestazioni del sabato, ma secondo gli inquirenti era la figura di riferimento e l’amministratore di due pagine – un canale Telegram e una pagina Facebook – attraverso le quali aveva lanciato per la prima volta il corteo da Piazza Fontana il sabato pomeriggio. Nelle analisi del telefono del giovane sono stati inoltre trovati 1000 green pass che il diciannovenne avrebbe scaricato da internet e distribuito gratuitamente ad altrettante persone.

Per questo è stato denunciato anche per il reato di ricettazione, assieme ad altre due persone, individuate tra i destinatari dei green pass, e sottoposte a perquisizione e sequestro dei device. La Questura ha fatto sapere che emetterà ulteriori sanzioni a 257 cittadini identificati nel corso della manifestazione dello scorso sabato a Milano.

Vaccino ai bambini

Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

L'Ema (l’Agenzia europea del farmaco) potrebbe decidere tra «oggi e domani» sulla somministrazione del vaccino contro il Covid-19 ai bambini tra i 5 e gli 11 anni, in anticipo rispetto alla data prevista del 29 novembre. Lo ha detto Giorgio Palù, presidente dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e membro del Comitato tecnico scientifico, precisando che una volta preso atto della decisione dell’Ema, l’Aifa potrebbe dare il via libera alle vaccinazioni entro 24 ore.

Divergenze Usa-Cina

Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

Gli Stati Uniti hanno invitato Taiwan al vertice virtuale per la democrazia, in programma per il mese prossimo. Grande assente: Pechino, che ha fatto sapere che considera «un errore» la mossa di Biden. Pechino si oppone a «qualsiasi interazione ufficiale tra gli Stati Uniti e la regione cinese di Taiwan», ha fatto sapere Zhu Fenglian, portavoce dell'Ufficio per gli affari cinesi di Taiwan.

La divergenza arriva qualche giorno dopo il primo vertice faccia a faccia (anche se virtuale) tra Joe Biden e Xi Jinping, in cui si era discussa anche la questione della sovranità di Taiwan, che la Cina considera parte del suo territorio.

Si è dimessa la nuova premier della Svezia

La leader del partito socialdemocratico Magdalena Andersson si è dimessa dal ruolo di premier solo poche ore dopo aver incassato la fiducia dal parlamento svedese. Andersson era diventata la prima donna premier nella storia del paese, succedendo a Stefan Lofven – del cui governo era stata ministra delle Finanze – che si era dimesso sia da premier che da leader dei socialdemocratici all'inizio di quest'anno. 

La politica ha motivato le dimissioni dicendo che «un governo di coalizione dovrebbe dimettersi se un partito sceglie di lasciare il governo». Il partner di coalizione ha infatti abbandonato la maggioranza dopo il fallimento della legge di bilancio. Andersson ha informato il presidente del parlamento Anderas Norlen di essere ancora interessata a guidare un governo a guida unica del partito socialdemocratico.

È morto Ennio Doris, fondatore di Mediolanum

È morto Ennio Doris, il fondatore e presidente onorario di Banca Mediolanum. Aveva 81 anni. Nato a Tombolo, in provincia di Padova, il 3 luglio del 1940, negli anni Settanta è stato promotore finanziario.

Nel 1982 l’incontro a Portofino con Silvio Berlusconi, e la nascita del sodalizio professionale che porterà alla fondazione di Programma Italia, la prima rete di consulenti globali nel settore del risparmio, che nel 1997 si trasformerà poi in Mediolanum, la banca «costruita intorno a te» come recitava lo stesso Doris nel celebre spot per la televisione.

© MASSIMO VIEGI / LAPRESSE

Molti i messaggi di cordoglio arrivati dal mondo della politica. Primo fra tutti quello dell’amico ed ex socio Silvio Berlusconi: «Ci ha lasciato Ennio Doris. Un grande uomo, un grande imprenditore, un grande patriota, un grande italiano».

«Quando è iniziato il Covid – ha raccontato il presidente del Veneto, Luca Zaia – mi ha telefonato e mi ha detto che voleva dare una mano; è stato il più grande donatore di attrezzature e di dispositivi di protezione, ha versato milioni di euro». 

Ponte Morandi, esclusi i parenti dalle parti civili

Il comitato Ricordo vittime del Ponte Morandi è stato escluso dalle parti civili nel corso dell'udienza preliminare nell'ambito dell'inchiesta sul crollo. Per il giudice il comitato, che riunisce gran parte dei familiari, non può essere ammesso come parte civile per «carenza di legittimazione, visto che è stato costituito dopo i fatti».

«Ovviamente siamo molto dispiaciuti per questa decisione – è il commento di Egle Possetti, presidente del Comitato – speravamo nell'accettazione anche alla luce delle precedenti sentenze. Questo però non rallenta di una virgola la nostra azione collegiale e di singoli parenti». Il gup sta escludendo gran parte delle associazioni che hanno chiesto di costituirsi parte civile.

Ddl concorrenza, sciopero dei taxi a Roma

Foto di Youssef Hassan Holgado

È in corso da questa mattina uno sciopero generale e una protesta nazionale, che è partita da piazza della Repubblica a Roma per arrivare a piazza Madonna di Loreto, da parte dei taxisti contro il Ddl concorrenza, colpevole secondo loro di «avvantaggiare le multinazionali». Lo scioperò, attuato in diverse città d’Italia, durerà fino alle 22.

Il ruolo della magistratura per il Pnrr

ALESSANDRO DI MEO

La magistratura riveste un «ruolo significativo nell'ambito dello sforzo che la Repubblica sta compiendo per raggiungere gli obiettivi delineati nel Piano di ripresa e resilienza» ed è «chiamata a concorrere per sostenere la ripresa del paese, nell'ambito del processo di modernizzazione».

Lo ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Scandicci in occasione del decennale della Scuola superiore della magistratura. «Di questa fase la magistratura è una protagonista. Le risorse aggiuntive di mezzi e di personale previste rappresentano un’occasione, da non perdere, per innovare le modalità di esercizio della giurisdizione, in vista del raggiungimento dell’obiettivo dei tempi processuali come indicati nel Piano, e in linea con i parametri europei».

«La stagione di rinnovamento avviatasi con l’entrata in vigore della legge di riforma del processo penale è destinata a completarsi con le indispensabili modifiche al processo civile e all’ordinamento giudiziario» ha concluso Mattarella.

© Riproduzione riservata