Il Domani: Ultime notizie in tempo reale

Deutsche Vita

Come si vota in Germania e cosa succede dopo le elezioni

Il sistema proporzionale prevede l’elezione di 598 componenti del parlamento, cifra che potrebbe però aumentare a causa dei “mandati di compensazione”. Ogni elettore dispone di due voti, con il primo vota direttamente il candidato della sua circoscrizione, con il secondo il partito nazionale: i seggi vengono assegnati in maniera proporzionale. Negli ultimi tempi si sono complicate le trattative post elettorali per la formazione del governo: nel 2017 Angela Merkel tentò prima una coalizione con Verdi e liberali per poi ripiegare su una riedizione della grande coalizione. 

Verso le elezioni tedesche

Il riscatto di Olaf Scholz, il gregario che ha scommesso tutto sull’assenza di qualità

Il candidato socialdemocratico ha alle spalle quarant’anni di attività politica nella socialdemocrazia: dopo averne passati una gran parte nell’ombra, ora sta raccogliendo i frutti di un percorso di riappacificazione con l’elettorato di sinistra con cui aveva rotto nei primi anni duemila

Dati

I primi venti anni del commercio cinese

Vent'anni fa, nel 2001, la Cina entrava a far parte dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto)

I padrini alla sbarra

Per i Casamonica è arrivato il giorno del giudizio

Oggi il tribunale di Roma dovrà emettere la sentenza nel processo al clan che da decenni terrorizza la città. Sul banco degli imputati ci sono 44 persone, i vertici della famiglia criminale rispondono del reato di mafia. Ma i Casamonica sono assimilabili a camorra, ‘ndrangheta, mafia, o sono solo criminalità comune?

Un anno di Domani

una settimana alle elezioni

Nell’ultimo dibattito televisivo tedesco c’è l’intesa tra Verdi e Spd

L’ultimo confronto televisivo ha visto Laschet molto meno aggressivo che nell’ultima parte della sua campagna elettorale: ha avuto diverbi soprattutto con la Verde Baerbock, che però si è trovata spesso d’accordo col socialdemocratico Scholz

IL PANEL DEI CITTADINI

«Siamo stati estratti a sorte per cambiare questa Europa»

Per uscire dalla “bolla di Bruxelles” le istituzioni Ue scommettono su una assemblea partecipativa che su scala così ampia non si era mai vista. I sorteggiati arrivano da tutta Europa e elaborano le loro richieste all’Ue. Occupy Unione europea? Reportage da Strasburgo per capirne di più

Covid-19

EDIZIONE DEL 17 SETTEMBRE 2021

Oggi su Domani: “Pass”

Il governo va avanti con il pass obbligatorio per tutti i lavoratori e lascia molti sconfitti sul campo

Diario di scrittura

La giovinezza senza maestri è vissuta soltanto a metà

L’editor Alberto Rollo ha scritto un romanzo su un giovane che diventa discepolo di un carismatico pediatra. Ma è la storia di un’altra Italia, oggi c’è «uno scollamento fra baldanza esistenziale e dispersione sociale»

Cultura

Don Pino Puglisi

E l’ordine di uccidere arriva direttamente dai boss latitanti

I fratelli Graviano erano al vertice del mandamento di Brancaccio, in posizione del tutto paritaria fra loro. Essi soltanto, e non altri, avevano il potere supremo di impartire l’ordine di uccidere un esponente locale del clero cattolico, secondo le precise ed inderogabili regole del sistema mafioso

Don Pino Puglisi

Sanguinari e pericolosi, ecco i terribili Filippo e Giuseppe Graviano

Il quartiere di Brancaccio era una di quelle zone della città di Palermo a più alta densità delinquenziale. E la cosca mafiosa di Brancaccio era, nei primi Anni Novanta, saldamente nelle mani dei fratelli Graviano, indicati unanimemente come i massimi esponenti del mandamento, controllori incontrastati del territorio e di parte dell’apparato militare della mafia

Politica

Un finanziamento pubblico intelligente può salvare i partiti

La debolezza dei partiti politici è una delle cause del declino dell’Italia, e due ragioni della loro debolezza sono la carenza di democrazia interna e le modalità di finanziamento. Per questo condivido la proposta formulata da Emanuele Felice su Domani: finanziamento pubblico legato a requisiti sulla democrazia interna

la lega spaccata

Giorgetti va avanti col Green pass e Letta sottolinea l’«irrilevanza» di Salvini

Il fronte del nord del Carroccio continua ad avere la meglio su Salvini, che va a un comizio con Zaia e prova a ricucire riscoprendo il federalismo e la flat tax: «Saranno le priorità per la Lega che guiderà un governo finalmente di centrodestra»

Le carte dell’inchiesta di Potenza

La rete di Amara e Paradiso arriva fino alla presidente Casellati

L’inchiesta

Abusi e contenzione: i pazienti legati al letto e lasciati morire

Gli aiuti all’industria che inquina

La guerra di fango nel Pd sullo scandalo toscano

Esclusivo: tutte le anomalie dell’indagine di Trapani

Nell’inchiesta sulle Ong sono stati in­ter­cetta­ti anche avvocati e senatori

Le adesioni online

È stata raggiunta la soglia di firme necessaria per il referendum sulla cannabis

Superata la quota necessaria in una sola settimana, grazie alla raccolta firme interamente online. L’obiettivo per i promotori è ora quello di raccoglierne il 15 per cento in più

Don Pino Puglisi

Un futuro diverso per Brancaccio, la vera sfida di don Pino

L’opera continua e profonda del prete della diocesi di Palermo ha finito per rappresentare un’insidia ed una spina nel fianco del gruppo criminale che governava Brancaccio, perché costituiva un elemento di sovversione contro l’ordine mafioso. E padre Puglisi non si arrendeva neppure di fronte alle minacce ed alle intimidazioni

Storia del pestaggio

Don Pino Puglisi

Un prete “di trincea” che aveva scelto con coraggio da che parte stare

Parroco della chiesa di San Gaetano a Brancaccio, che aveva cercato di trasformare da roccaforte e riserva di “Cosa Nostra” in avamposto dell’antimafia. Combatteva ogni forma di prepotenza e soprusi e aveva avviato un’opera di risanamento morale e religioso che aveva coinvolto larghe fasce di fedeli